Repertamento Digitale

Nel repertamento informatico si eseguono gli stessi passi del repertamento tradizionale, ma se ne aggiungono molti altri; per esempio per una chiavetta usb piuttosto che per un computer o uno smartphone si procede prenderne i dati salienti: marca, modello, luogo in cui è rinvenuto: stanza A,B o c, nonché la posizione all’interno del luogo, lo stato di conservazione integro o danneggiato, lo stato di funzionamento acceso o spento, magari anche attraverso rilievi fotografici che testimonino efficacemente quanto descritto nel verbale di repertamento/sequestro.

Le foto di repertamento dovrebbero riportare anche i dati GPS per collocarle realmente nei luoghi descritti, oggi ogni cellulare ha queste caratteristiche e anche alcune macchine fotografiche semi professionali.


Successivamente, trattandosi di reperti informatici, è inoltre necessario raccogliere ulteriori informazioni.

Le check list che abbiamo stilato cercano cercano di cogliere tutte le particolarità di ogni ambito: i computer hanno delle complessità diverse dagli smartphone, gli smartphone a seconda del sistema operativo e addirittura a seconda del marchi presentano complessità e meccanismi di sicurezza specifici. Se passiamo al cloud e ai sistemi IoT e Droni il panorama si fa ancora più eterogeneo.

Per non trascurare nessun elemento che potrebbe essere utile nelle fasi successive, copia e analisi forense, è fondamentale non tralasciare nulla.



Come trovarci

Seguiteci sul nostro sito

www.repertamento.it

Per contattare i membri del Team

repertamento@gmail.com

o direttamente dalla pagina contatti